Raffaella Zago ci presenta il singolo “Money Trees”

  1. Ciao, Raffaella! Complimenti per il rilascio del tuo primo singolo ufficiale “Money Trees.” Come ti senti riguardo a questo importante passo nella tua carriera musicale?
    Grazie mille! Sono euforica! Lavoro a questo pezzo assieme al resto delle mie canzoni da mesi, e non vedevo l’ora di uscire, finalmente!
  2. La tua reinterpretazione di “Money Trees” di Kendrick Lamar è affascinante. Puoi condividere il processo creativo dietro questo riarrangiamento e come hai messo la tua impronta personale sulla canzone?
    Avevo fatto un lavoro molto simile su una canzone di Eminem qualche anno fa, per un esame, e da quel momento mi sono appassionata a giocare con le canzoni rap e trovarci una melodia che ci stia bene. Quando ho pensato a che tipo di reinterpretazione avrei potuto inserire nell’album, mi è venuto subito in mente Kendrick, da lì la scelta del brano e l’arrangiamento realizzato con gli strumenti acustici! Ci ho lavorato per un po’ con il mio produttore Max Greco, e poi è venuta fuori la mia “Money Trees”.
  3. Hai menzionato l’influenza di Kendrick Lamar e l’hip hop nella tua musica. Come queste influenze hanno plasmato il tuo stile musicale e il tuo approccio alla composizione?
    Io amo Kendrick e amo l’hip hop da sempre! Sono cresciuta con 50 cent e Biggie Small. La prima canzone in assoluto che ho avuto nel mio primo telefono è stata “In da club” e la ascoltavo in loop tutto il giorno. Devo dire, però, che nella mia musica l’influenza più grande c’è stata nell’ultimo periodo, ed è un’influenza prettamente ritmica nella voce. Ma la mia musica spazia su molti generi black, in cui c’è sì un po’ l’hip hop ma ci sono anche soul, nu-soul, funk e un po’ di smooth jazz e pop.
  4. Hai composto una nuova melodia per il brano, mantenendo il timing e la scansione delle frasi originali. Come hai lavorato su questo aspetto per rendere la canzone unica?
    In realtà in maniera molto spontanea… conoscevo molto bene la canzone originale e ho provato a giocare con qualche melodia che mi era venuta in mente e mi sono buttata! Non volevo strafare, così ho pensato che il minimo indispensabile fosse la cosa giusta, anche a livello strumentale. Ecco perché la scelta di inserire pochi cori e di mantenere anche degli accenni di melodia originale, ad esempio sul ritornello e sullo special!
  5. Il tuo background musicale comprende lo studio del pianoforte classico e il canto lirico. In che modo queste esperienze hanno influenzato la tua musica e il tuo modo di interpretare i brani?
    Direi poco o nulla! Per i miei pezzi mi rifaccio molto alla musica black che ho sempre ascoltato, come D’Angelo, Lauryn Hill, Erykah Badu… la musica classica però devo dire che mi ha preparata molto bene a livello tecnico; lo studio del pianoforte mi ha dato modo di avere una conoscenza della tastiera in modo molto ampio mentre il canto lirico mi ha dato la consapevolezza vocale, soprattutto per l’emissione del suono.
  6. Puoi parlarci di come hai iniziato il tuo percorso musicale e cosa ti ha spinto a diventare una cantautrice?
    La musica c’è nella mia vita da sempre; ho sempre cantato e suonato sin da bambina… cantautrice sono diventata molto tempo dopo, nel momento in cui ho sentito l’esigenza di raccontare la mia storia e le mie fragilità, che scoprirete tutte nell’album che uscirà in primavera e che racconta a pieno le emozioni di Raffaella.
  7. Come è stata la tua collaborazione con Groovin Recordings e cosa significa per te questa nuova fase della tua carriera?
    Con la Groovin, che poi per me sono Paolo e Alex, è nato subito un bellissimo rapporto di complicità ma anche di serietà. Diciamo che è raro trovare delle persone con cui ti senti a tuo agio al 100% in questo campo, però loro hanno sempre fatto di tutto per farmi sentire così, e io non posso dire il contrario, anzi. Senza di loro sicuramente non avrei cominciato tutto.
  8. Oltre a “Money Trees,” hai in serbo dei progetti futuri o inediti che i tuoi fan possono attendersi? Cosa possiamo aspettarci dal futuro musicale di Raffaella Zago?
    Si certo! Ci sono già novità molto vicine, che a breve comunicherò su tutti i miei social…
  9. Qual è il messaggio o l’emozione principale che vuoi che il pubblico riceva ascoltando la tua musica?
    Come ho già anticipato, in primavera uscirà un album che racconta principalmente la mia emotività, e spero solo che più persone possibili potranno immedesimarcisi e vivere o rivivere le loro storie tramite le mie canzoni.
  10. Infine, c’è qualcosa che desideri dire ai tuoi sostenitori e a chi sta ascoltando la tua musica per la prima volta con “Money Trees”?
    Spero vi sia piaciuta e che sia riuscita a trasmettere quanto sia grande il mio amore per la musica! Molto presto usciranno anche le mie canzoni, che a me piacciono tanto e spero piacciano anche a tutti voi!