Arrivano i “Serendipity” con “Musica Pov”

1. Ciao Serendipity, benvenuti a “Gli artisti della critica”. Siamo entusiasti di avere l’opportunità di parlare del vostro nuovo EP “MUSICA POV”. Come state?

Ciao ragazzi, innanzitutto vi ringraziamo dell’opportunità che ci date. Noi stiamo bene, ci stiamo godendo appieno l’uscita del disco e della bella stagione che finalmente è arrivata

2. Qual è il messaggio principale che i Serendipity vogliono trasmettere attraverso il loro EP “MUSICA POV”?

Sicuramente il messaggio più “forte” che abbiamo voluto trasmettere è quello di spiegare tramite le sonorità del disco il nostro primo viaggio nel mondo della musica. Da lì è nata la scelta del titolo del disco, inserendo appunto il termine “POV” che ultimamente è entrato a far parte del linguaggio popolare e racchiude al cento per cento l’idea di messaggio che volevamo dare.

3. Come descrivereste la vostra visione di fare musica? 

La nostra visione di fare musica è principalmente la ricerca di un modo per raccontare attraverso le nostre canzoni varie sfaccettature della vita quotidiana di tutti noi, nell’accezione più ampia del “noi”. Alla fine i brani a cui tutti siamo più legati sono quelli che ascoltandoli pensiamo “parla proprio di me”.

4.. Quali sono le influenze musicali presenti nell’EP?

Le influenze musicali presenti nell’EP sono perlopiù di oltreoceano, ci siamo ispirati alle sonorità di Dua Lipa, One Republic. Un artista che per esempio ci piace tantissimo e che ammiriamo è Tai Verdes con il quale troviamo tanti punti in comune sulla scelta delle strumentali.

5.. Quali sono i messaggi principali che i Serendipity vogliono trasmettere attraverso le loro canzoni?

Questa è una super domanda, diciamo che la ricerca del messaggio a volte viene prima di scrivere il pezzo, altre volte invece viene a pezzo chiuso o durante la realizzazione. È un buon 50/50 ahaha. Probabilmente il messaggio più frequente nei brani è quello di cercare e guardare il lato positivo delle cose che capitano nel percorso di vita di tutte le persone.

6. Come descrivono i Serendipity la canzone “Una canzone che parla di noi”?

“Una canzone che parla di noi” è un pezzo a cui siamo molto legati perché è nato da un giro di chitarra di Lorenzo un pomeriggio a casa. Ha mandato un audio su whatsapp dove suonava in loop questo giro e Alessandro ci ha praticamente scritto la strofa sopra in 3 minuti, sembrava avesse già in testa tutto. Abbiamo poi infiocchettato il tutto in studio con Gianmarco Grande, che oltre ad essere un’artista incredibile e il produttore di tanti nostri pezzi e direttore artistico di “MUSICA POV” è diventato in questo anno e mezzo anche un grandissimo amico.

7. Quali sono i temi principali che vengono affrontati nella canzone “Vienimi a perdere”?

In “Vienimi a Perdere” il tema principale è sicuramente quello di amore sfuggente che ti fa sentire vivo nonostante non sia perfetto e ti spinga quasi forzatamente a cambiare abitudini di te stesso che non avresti mai cambiato. Ma d’altronde l’amore quello viscerale a volte è proprio così. Un altro tema che è forse velato nel testo ma che ci è piaciuto molto affrontare è quello di ribaltare la concezione di “maschio cacciatore”. Nella nostra narrazione il maschio è la parte della coppia che sfugge, si fa attendere. Ci piaceva questa idea, anche perché la riteniamo molto attuale e perché la concezione di “maschio Alpha predatore” è anche il momento di superarla un po’, no?

8. Quali sono i sentimenti che si possono percepire ascoltando la canzone “Sparami nel petto”? 

Come primo probabilmente può essere un sentimento quasi di frustrazione, all’inizio del brano il nostro personaggio piano piano prende coscienza di trovarsi in una storia d’amore dove è lui a tenere di più all’altra persona. Nel ritornello invece il sentimento preponderante è sicuramente quello di una “consapevole resa” davanti alla presa di coscienza che, anche se lui vorrebbe di più dalla situazione, non riesce a farne a meno. E quindi a testa bassa pensa “ok allora sparami nel petto, mira bene al centro” ahahah 

9. Quali sono i vostri piani futuri come gruppo musicale?

Continuare ad andare in studio con più frequenza sicuramente, per lavorare ai prossimi singoli e al prossimo progetto che magari potrebbe essere una seconda parte dell’EP, chi lo sa ?

10. Avete pianificato delle date?

Si, per ora ci potrete trovare live l’1 Luglio al Noise Wave di Travo (PC), l’8 Luglio al Fool Festival di Morronvalle (MC) e il 25 luglio al Maledetta Primavera Indie di Vibo Marina (VV). Poi piano piano annunceremo anche le altre date

  • 01/07/2023 Noise Wave, Travo (PC)
  • 08/07/2023 Fool Festival, Morrovalle
  • 25/07/2023 Primavera Indie, Vibo Valentia