Caffellatte ci fa ballare con il nuovo singolo “Tattoo Taboo”

1. Ciao Caffellatte! Siamo entusiasti del tuo nuovo singolo ‘TATTOO TABOO’! Potresti raccontarci brevemente cosa ha ispirato questa canzone e cosa significa per te?

– ciao! Grazie sono molto contenta vi piaccia. Per quanto mi riguarda è un brano ‘coraggioso’, nel senso, quando l’ho scritto non pensavo avrebbe davvero visto luce. Parla di sesso e di amore, senza neanche un filtro tra le parole che io e Adel abbiamo scritto. È un pezzo che descrive attraverso le immagini una sensazione di impotenza e erotismo, un qualcosa che non ha realmente senso eppure ci piace da morire. 

2. Come hai sviluppato il brano ‘TATTOO TABOO’ dal punto di vista della composizione e del processo creativo? Qual è stata la tua visione durante la creazione di questo brano?

– Quando abbiamo scritto il brano abbiamo voluto esagerare sia dal punto di vista del sound sia con il testo. Avevo bisogno di sfogarmi e la dimensione clubbing per me è questo, ovvero il cantare, rappare, non avere un vero ritornello, rompermi la voce sulle parti alte.

3. Il testo di ‘TATTOO TABOO’ esplora dinamiche irrazionali e passioni confuse all’interno di una relazione. Potresti approfondire il significato dietro i paradossi che hai descritto nella canzone?

– Il paradosso dell’odio amore credo ci riguardi un po’ tutti, per quanto non sia sano, a volte è inevitabile. Mi piace pensare di aver dato voce alle dinamiche relazionali più deep di cui spesso si parla troppo poco nelle canzoni pop. 

4. Come descriveresti il rapporto tra due persone che ‘TATTOO TABOO’ rappresenta? Quali sono le emozioni principali che intendevi esprimere attraverso il brano?

– Volevo esprimere ansia, eccitazione, innamoramento e perdita di controllo. Le persone coinvolte non ci stanno letteralmente capendo niente, ‘sembra l’inizio ma è già la fine, come sul ring siamo ballerine’. 

5. Hai menzionato che la canzone non è necessariamente autobiografica ma rappresenta uno stato mentale. Da dove hai tratto l’ispirazione per descrivere questo ‘mood’?

– Ho preso ispirazione da tutte le volte in cui sono scappata da situazioni analoghe. Non parlo di un episodio in particolare ma di varie sensazioni provate nel corso di relazioni non relazioni che ho vissuto nella mia vita. 

6. Il brano sembra esplorare il confine tra amore e odio. Come hai cercato di catturare questa dualità all’interno della musica?

– Sicuramente Lvnar è stato stupendo nel trovare i suoni giusti insieme. Il testo parla chiaro ma aveva bisogno di profondità di suono. Il ritornello secondo me esprime realmente il concetto: hai il potere di guardare i miei tatuaggi nascosti. Io ne ho uno, che non vede mai (quasi) nessuno, credo che questa cosa mi abbia ispirato. 

7. In che modo le tue esperienze personali influenzano il tuo processo di scrittura musicale e come si riflettono nelle tue canzoni?

– Scrivo di me e attraverso le mie esperienze e i miei problemi e cerco di rappresentare tutto ciò tramite parole che mi piacciono. Do tanto peso alle parole, anche nella vita di tutti i giorni, nelle canzoni ancora di più. 

8. Dopo il lancio di ‘TATTOO TABOO’, quali sono i tuoi prossimi obiettivi o direzioni musicali che stai esplorando per il futuro?

– Arrivano tante belle cose nuove ma non dico ancora nulla per scaramanzia. 

9. Come pensi che il tuo pubblico si identificherà con ‘TATTOO TABOO’? Quali emozioni o reazioni sperate suscitare nei tuoi ascoltatori?

– Spero che qualcuno possa aver voglia di ascoltare il testo e spero che tutti abbiano voglia di ballarla. Credo che non ci sia la necessaria pretesa di essere capita, ma penso anche che più di una persona si possa sentire rappresentata da una situazione analoga a TATTOO TABOO.