Da “Tale e quale show” Lorenzo Licitra ci presenta il nuovo singolo “Libero”

1. Benvenuto, Lorenzo! Cominciamo con una domanda di benvenuto: Come ti senti nel presentare il tuo nuovo singolo “Libero” al mondo?

  • Grazie! Sono molto felice di aver dato luce a questo primo singolo che amo tanto e che mi fa sentire libero davvero.

2. “Libero” è una canzone potente che parla di liberazione da situazioni tossiche. Cosa ti ha ispirato a creare questo brano?

  • Esattamente; è come un grido di liberazione ripetuto più volte per scappare da tutte quelle gabbie tossiche che a volte ci tengono imprigionati e impossibilitati a volare come meritiamo. Purtroppo a volte queste situazioni le creiamo noi stessi.. 

3. Nel testo di “Libero” parli del momento in cui ci si libera da dinamiche dannose. Hai vissuto personalmente una situazione simile che ha ispirato questa canzone?

  • Più di una.. relazioni passate tossiche o anche l’essere schiavi del giudizio altrui.. sono tunnel che a volte non capiamo, ma a lungo andare danneggiano ogni cosa e noi stessi. 

4. La tua carriera musicale ha avuto un’evoluzione notevole da quando hai vinto X Factor. Come descriveresti il tuo percorso musicale fino a oggi?

  • Molto impegnativo, ma sono fiero ed orgoglioso di ogni piccolo/grande passo fatto fin qui. Ahimè non c’è mai una ricetta segreta che funziona sempre, solo il duro lavoro, paziente e costante a lungo andare ti premia.

5. Parlando di evoluzione, il tuo repertorio combina canzoni pop e lirica. Come sei riuscito a fondere questi due mondi così diversi nella tua musica?

  • Amo entrambi i generi moltissimo quindi mi piace trovare modi e soluzioni per combinare insieme i due mondi. È chiaro,  prediligo il genere pop perché in questo sento di essere molto più a fuoco e credo possa essere anche più libero, attraverso la scrittura, di comunicare al pubblico ciò che sento. 

6. “Eli Hallo” è stato un successo e hai collaborato con Anggun. Come è nata questa collaborazione e cosa hai imparato da questa esperienza?

  • Anggun è un’artista straordinaria e piena di talento. Mi ha fatto un grande regalo d’amicizia cantando con me in questo singolo. La musica unisce davvero mondi che non penseresti mai insieme, questa è la magia. 

7. Hai cantato all’ONU e partecipato a eventi importanti. Cosa significa per te essere un ambasciatore italiano del bel canto?

  • È una bella responsabilità! Ma sono felice di poter portare all’estero un distintivo chiaro della nostra cultura musicale. È un impegno, ma l’ho sempre vista come una missione da trasmettere a chiunque.  

8. Oltre alla musica, hai partecipato anche come doppiatore in “Smallfoot”. Come è stato il tuo approccio al doppiaggio e cosa hai trovato affascinante in questa esperienza?

  • Devo dire che ho faticato molto nel ruolo di doppiatore, perché non è mai stato il mio settore, ma mi sono divertito tantissimo. Ho conosciuto persone, anzi voci, conosciutissime a tutti che mi hanno insegnato tantissimi segreti del mestiere. Lo rifarei sicuramente. 

9. Puoi condividere qualche dettaglio sul tuo futuro prossimo? Ci sono progetti o collaborazioni che stai pianificando?

  • C’è tanta nuova musica che uscirà molto presto e tanto altro in cantiere. Di sicuro c’è tanta voglia di incontrare il pubblico e quindi l’idea di fare una nuova tournée.

10. Infine, come bilanci la tua partecipazione a “Tale e Quale Show” con la tua carriera musicale? Come stai gestendo queste due sfaccettature della tua vita artistica?

  • A volte molto faticoso e stancante, ma sempre soddisfacente. Amo cantare e mettermi in gioco quindi qualsiasi nuova sfida non fa altro che gasarmi e spronarmi a mettere sempre più impegno in tutto. Di sicuro mi diverto e questo è ciò che conta.