Diciamo di sí agli Overcardano!


1.       Benvenuti! Come state e come vi sentite riguardo all’uscita del nuovo singolo di OVERCARDANO, “Dimmi Si!”?

Un saluto a tutti da parte di OVERCARDANOin questo inizio di estate 2023. Siamo molto contenti perché abbiamo lanciato da poco il nostro nuovo singolo (il terzo) dal titoloDIMMI SI. Il singolo è su tutte le piattaforme, il videoclip è su YOU TUBE. 

2.    Ci potete raccontare di più sulla storia d’amore raccontata nel singolo? Cosa l’ha ispirata?

Abbiamo sottotitolato il brano con la frase: “la più grande storia d’amore mai raccontata”! Al di là della evidente auto incensazione che dimostra quando noi di OVERCARDANO crediamo in questo brano, abbiamo cercato di racchiudere e raccontare nel testo quelle che sono secondo noi tutti le caratteristiche, gli ingredienti o gli archetipi della “grande storia d’amore”. Ci siamo domandati, ad esempio, come inizia una grande storia d’amore. Il primo verso dà una indicazione chiara: seguire il cuore, l’istinto invece del ragionamento, infatti il testo recita“dimmi se vuoi dire si prima ancora di capire”, proprio perché in una storia d’amore non c’é nulla da capire. Il secondo verso aggiunge quello che ogni amante sogna di vivere almeno una volta nella vita, il colpo di fulmine, “lo sguardo di un istante e cambierai per sempre!»  Nella parte finale poi diciamo “Invecchieremo tenendoci stretti, ci appoggeremo a tutti i nostri sogni, ce ne andremo nello stesso istante, rinasceremo insieme, ancora e sempre”. Come dire: una vita intera passata insieme, con dei sogni che sono diventati realtà e l’idea assoluta di morire insieme per poi rinascere di nuovo insieme e ricominciare la storia d’amore interrotta. 

3.    Come descrivereste il sound di OVERCARDANO? Quali sono le vostre influenze musicali?

Siamo tre musicisti, tre entità con estrazione musicale diversa e in Overcardano ognuno di noi mette in campo le proprie esperienze e i propri gusti musicali senza compromessi o mezze misure con l’intento dichiarato di fonderli in maniera coerente e moderna, creando un sound che si potrebbe descrivere usando la definizione “Rock and Synth”, con influenze Pop. Nei nostri pezzi troverai sempre una chitarra rock e accanto sempre una ricerca di suoni di sintetizzatori, Il tutto tenuto insieme dalla sezione rimica di basso e batteria

Riguardo alle nostre influenze proveniamo da esperienze musicali molto diverse tra loro. Maurizio Cardaci è un “Beatlesiano di ferro” con varie digressioni verso Dylan, The band e Van Morrison; Gianluca Meloni nei diversi periodi della sua vita ha subito diverse influenze dal rock dei Led Zeppelin e dei Pink Floyd, al soul di Steve Wonder e Bruno Mars, per passare poi alla fusion di John Scofield fino alla musica elettronica di Brian Eno. Fabrizio Gallina da bassista ha sempre ammirato il grande Jaco Pastorius, mentre per quanto riguarda i suoi riferimenti condivide con Maurizio e Gianluca la passione per Beatles e Led Zeppelin ma in più è stato influenzato da Jimi Hendrix, Who, Clash e anche da Heart Wind & Fire, Level 42 oppure U2 e Simple Minds.

4.    Come nasce il progetto degli Overcardano? Qual è la vostra aspirazione come band?

 Il progetto OVERCARDANO lo abbiamo creato circa un anno fa, ad inizio 2022. Il gruppo nasce a Roma dal rapporto di amicizia fra tre persone, tre musicisti che costituiscono il nocciolo della band. Maurizio Cardaci voce e chitarre ed è l’autore principale dei testi e della musica., Gianluca Meloni che proviene dal mondo della musica elettronica e che contribuisce con sonorità Synth e moderne e si occupa anche del mixing e del suono finale dei brani e poi Fabrizio Gallina al basso e all’arrangiamento delle parti di batteria e percussioni, in pratica la spina dorsale ritmica. L’idea che c’è dietro è quella di creare un progetto musicale per pura passione della musica e per l’amicizia che ci vincola da anni. Di conseguenza è un progetto fatto “a modo nostro” senza compromessi, esattamente come lo intendiamo noi. Per usare le parole di Gianluca Meloni il nostro obiettivo è quello di “rivendicare il diritto di esistere musicalmente”, cioè di poter essere presenti nel mondo della musica navigando sulla rete, sulle piattaforme digitali di musica o ascoltando la radio.  Noi vorremmo che fosse possibile trovare un brano, un video, una intervista, insomma una “traccia” (in tutti i sensi) di OVERCADANO per poter dire “ci siamo anche noi! Però per essere chiari noi per il momento di stiamo “godendo il viaggio”,ci godiamo il presente ed il fatto che ora anche noi come OVERCARDANO ci siamo, qui e adesso o come direbbero i latini “hic et nunc”!!!

5.    Potete parlare del processo creativo dietro al nuovo singolo? Come è stato lavorare su un brano con un tema così emotivo?

Questa domanda del processo creativo è una delle nostre domande preferite. Noi abbiamo una idea molto personale e particolare sul concetto di creazione di brani o di testi. L’idea è questa: secondo noi tutto già esiste nel mondo delle idee o dell’iperuranio, tanto per citare Platone. Ogni artista è una sorta di medium o oppure una “radio” che attraverso l’ispirazione si proietta in questa 4 o 5 dimensione e dà li preleva i tesori della creatività che in realtà già esistono.  Quindi musica e parole già esistono e l’artista è quello che si sintonizza con le melodie più belle e con le parole più poetiche. Per quanto riguarda poi più strettamente il processo di arrangiamento e di definizione dei suoni per OVERCARDANO avviene sempre che “la prima versione del brano è sempre diversissima da quella finale”. Questo perché il brano è la risultante delle nostre tre personalità musicali che sono molto differenti. In questo caso la diversità per noi è un valore aggiunto perché consente al brano di raggiungere una forma,  che senza l’apporto di sensibilità musicali così molteplici, sarebbe difficile da traguardare.

6.     Come è stato lavorare con l’illustratrice Manuela Aramu per creare i personaggi del video animato di “Dimmi Si!”?

Lavorare con Manuela è stato assolutamente unico. Manuela è una creativa con esperienza nel mondo dell’illustrazione digitale e della creazione di contenuti per i social, già autrice di varie copertine di libri, illustrazioni per blog, che qui si cimenta nella realizzazione di un video animato 2D. Per questo video abbiamo condiviso ogni singola scena, ogni singolo espressione dei due ragazzi. Lei ha creato questi due ragazzi che sono i protagonisti della storia raccontata nel video e ha disegnato i vari sfondi che raffigurano i monumenti e le vie più importanti di Roma. Trovo brillante l’idea di aver inserito i due ragazzi nelle zone più suggestive di Roma. A fare da sfondo ai due, infatti, compaiono il Colosseo, l’Arco di Costantino, la statua di Marco Aurelio, la colonna Traiana e il Pantheon, fino a scorgere alcune scene ambientate a Piazza San Pietro, Castel Sant’Angelo, Piazza Navona e Fontana di Trevi. La città di Roma eterna è il testimonial ideale per una storia d’amore senza tempo, come la bellezza della città di Roma.

7.    Come state cercando di distinguervi all’interno del panorama musicale italiano? Quali sono i vostri obiettivi come band?

Ti dò due riposte secche: noi stiamo cercando di distinguerci all’interno del panorama musicale italiano semplicemente essendo il più possibile noi stessi, senza cercare di assomigliare a qualcuno. Sarebbe per noi bellissimo arrivare un giorno a sentire qualcuno dire mentre ascolta un nostro pezzo, “questi sono proprio gli OVERCARDANO, li ho riconosciuti subito. Come band il nostro obiettivo principale è quello di “esistere musicalmente”, di poter dire nel panorama musicale italiano ci siamo anche noi, con il nostro sound e le nostre canzoni.

8.    Quali sono i vostri progetti futuri? State lavorando a un album completo?

Noi oggi ci stiamo letteralmente “godendo il viaggio” come detto sopra stiamo assaporando la soddisfazione di essere presenti nel panorama musicale con ben tre singoli. Dando però uno sguardo al futuro ti direi che ci sono due progetti che ci piacerebbe realizzare. Il primo è l’obiettivo più naturale per un musicista: “suonare dal vivo”.. Lo scambio di emozioni con chi ti ascolta, stare al centro del palco a cantare le tue canzoni e magari sentire il pubblico che canta con te scandendo a memoria le parole delle tue canzoni credo sia l’esperienza più gratificante che ci sia. Noi del gruppo OVERCARDANO veniamo tutti da anni di concerti dal vivo ed è quindi ovvio che suonare dal vivo sia per noi un obiettivo primario. Il secondo obiettivo, per rispondere alla tua domanda, sarebbe quello di creare una “raccolta” di braniNon so se vale ancora oggi l’idea di un album completo o di un CD, ma di sicuro una raccolta di materiali sia quello uscito come singolo sia altre canzoni di livello potrebbe in effetti essere una bella idea. Noi abbiamo tanta musica e ci piacerebbe condividerla con chi ci segue.

9.  Qual è il vostro messaggio per i vostri fan e per chi ascolta la vostra musica per la prima volta con “Dimmi Si!”?

Abbiamo sempre sposato il vecchio detto “never play for the audience” cioè “mai suonare per compiacere il pubblico”. Noi non suoniamo quello che va di moda o quello che potrebbe piacere al pubblico. Nella scrittura delle canzoni semplicemente “apriamo la porta e lasciamo uscire tutto quello che viene da dentro”. Quello che ci auguriamo è che ci possa essere un numero sempre crescente di persone interessato ai nostri messaggi e che abbia voglia di scambiare con noi emozioni, opinioni, idee e magari speranze, magari partendo proprio dalle nostre canzoni come OVERCARDANO.