‘Motel’ il nuovo singolo di Lysa

Fuori venerdì 16 luglio, ‘Motel’ il nuovo singolo di Lysa, cantautrice e musicista italiana nata in Germania.

  • Ciao! Come stai e come stai attraversando questo periodo di ripresa per tutti noi?

Ciao, sto bene dai questo è un periodo un po’ difficile per me, sto davvero investendo tutte le mie forze

nella musica e ogni tanto arrivano porte chiuse però sono positiva se penso al futuro.

  • Sei nata in Germania…quanto ciò ha influenzato il tuo modo di fare musica?

Ho vissuto lì fino ai 7 anni ascoltando solo musica pop/ dance, e poi pian piano mio padre ha iniziato a mettere in macchina CD di Eros Ramazzotti, Laura e Tiziano e mi sono innamorata della musica. Sicuramente nei miei pezzi sento l’influenza di questo momento particolare della mia vita, ovvero il distacco dalla Germania all’Italia. È stata davvero dura iniziare a vivere da zero senza conoscere la lingua o qualcuno.

  • Alle volte i ricordi più tristi nascondono dei momenti di spensieratezza. Quali sono le lacrime salvifiche?

Per me un ricordo triste, che nasconde in realtà spensieratezza infinita, è il giorno in cui ho detto addio alla mia migliore amica Annika a scuola in Germania. Quando ci siamo abbracciate ho sentito comunque tanta  felicità nell’esserci conosciute, due bambine introverse che si sono trovate.

  • Ascoltando questo singolo noto un suono molto internazionale: quali sono i segreti dell’eccezionalità di questa produzione?

Ascoltando solo musica inglese/ americana da quando ho 15 anni, sento che ho assorbito parte della loro cultura e la produzione rimane un po’ vintage, retro. Ho deciso in questo pezzo di farmi trascinare dagli strumenti suonati tra cui archi, pianoforte e chitarra elettrica.

  • Sei giovanissima…quali saranno i passi per evolverti ancora di più?

Sono pronta a fare, partire, scappare ovunque ci sia una possibilità. Per me la musica è davvero tutto quindi sono sicura che prenderò ogni opportunità che mi ritroverò davanti per riuscire a farmi sentire.

  • Quale è la collaborazione che sogni di più al mondo?

Wow.. rispondere a questa domanda è dura perché amo veramente tanti artisti, ma se potessi scegliere direi i Coldplay.

  • Quanta importanza dai allo stile e all’immagine nel tuo percorso?

È molto importante per me dare un’impronta visiva per ogni pezzo, anche se penso sia più importante regalare al mondo una canzone di qualità più che una bella copertina.

  • Cosa vuol dire collaborare con Michele Canova?

È davvero stimolante lavorare con lui che riesce a seguire tutti noi dell’etichetta contemporaneamente. Io sono sempre grata di questa enorme opportunità che mi ha donato, è davvero una persona che riesce a capire come aiutarti e come farti sentire a tuo agio nel proprio percorso.

  • Come immagini un tuo concerto?

So che per me è ancora presto per poter parlare di concerti, ma lo immagino come uno spettacolo completo ma allo stesso intimo. Come cantare a quattro amici i tuoi problemi e desideri nella vita, sentirsi un tutt’uno col pubblico come se fossimo una grande famiglia.

Nicholas Tasin