LUNA ci presenta il brano “The Tower” con cui rappresenterà la Polonia all’Eurovision

Nicholas Tasin: Benvenuta Luna, è davvero un piacere ospitarti. Come ti senti nel rappresentare la Polonia all’Eurovision Song Contest 2024 con la tua potente canzone “The Tower”?

LUNA: Rappresentare la Polonia all’Eurovision con “The Tower” è un onore incredibile e un sogno che si avvera. Mi sento un misto di eccitazione e responsabilità nel condividere il mio cuore, le mie emozioni e il mio mondo artistico su un palco così grande. Non vedo l’ora di diffondere la mia magia e la mia buona energia con le persone a Malmö.

Nicholas Tasin: Raccontaci di più sulla creazione di “The Tower”. Come è nata l’idea per questa canzone e cosa rappresenta per te?

LUNA: “The Tower” è nata da un luogo molto personale. Si tratta di superare gli ostacoli e trovare la forza dentro di sé. L’idea è nata durante un momento di introspezione e la canzone si è evoluta organicamente da lì. Rappresenta il coraggio di cambiare, cambiare se stessi o il proprio mondo, combattere con i propri demoni e raggiungere i propri sogni. Credo che ognuno possa trovare un pezzo di sé stesso in “The Tower”.

Nicholas Tasin: Il video musicale di “The Tower” sembra molto simbolico. Puoi condividere il significato dietro la partita a scacchi e la battaglia contro le tue paure?

LUNA: Il video musicale di “The Tower” è davvero pieno di simbolismo. La partita a scacchi rappresenta le battaglie mentali che affrontiamo, mentre affrontare le paure è raffigurato come un viaggio eroico. Si tratta di empowerment e di conquistare le ombre dentro di noi.

Nicholas Tasin: Essendo una cantante, cantautrice e insegnante di yoga, come riesci a bilanciare queste passioni diverse nella tua vita quotidiana?

LUNA: Bilanciare canto, scrittura di canzoni e insegnare yoga è una sfida bellissima. Ogni passione si alimenta a vicenda, permettendomi di trovare armonia e ispirazione sia nella creatività che nella consapevolezza. Inoltre, non sopporto la noia e la routine nella mia vita. Le diverse passioni mi aiutano a crescere e a mantenere il mio interesse.

Nicholas Tasin: Essere nominata come “Scoperta dell’Anno” agli Empik Awards è un riconoscimento significativo. Come hai gestito il crescente successo e le aspettative che ne derivano?

LUNA: La nomination per “Scoperta dell’Anno” agli Empik Awards è stata un’esperienza umiliante. Gestire il successo e le aspettative comporta rimanere con i piedi per terra, concentrarsi sulla musica e rimanere fedele a me stessa in mezzo al vortice. Mi ha dato molta forza e mi ha fatto credere di più nel mio percorso.

Nicholas Tasin: “Subterranean” è diventata una delle tue canzoni più popolari. Cosa ti ha ispirato durante la sua creazione e come è stata la collaborazione con DJ Miss Monique?

LUNA: “Subterranean” è stata un viaggio collaborativo con DJ Miss Monique, ispirato dalle profondità dell’emozione e dall’energia pulsante delle scene musicali underground. È una fusione dei nostri stili unici e della passione condivisa per raccontare storie attraverso il suono. Apprezzo molto lavorare con altri artisti e condividere energie diverse. Miss Monique ha semplicemente dato una prospettiva diversa e bellissima alla mia canzone.

Nicholas Tasin: Essendo anche studentessa alla Facoltà di Artes Liberales all’Università di Varsavia, come riesci a bilanciare gli studi con la tua carriera musicale?

LUNA: Bilanciare gli studi all’Università di Varsavia con la mia carriera musicale richiede disciplina e gestione del tempo. Ma entrambe le attività si arricchiscono a vicenda, favorendo la creatività e il pensiero critico in egual misura. Mi piace anche studiare e imparare e sono molto felice di potermi sviluppare a tanti livelli diversi.

Nicholas Tasin: Qual è il messaggio principale che hai sperato di trasmettere attraverso “The Tower” e come pensi possa influenzare il pubblico?

LUNA: “The Tower” porta un messaggio universale di resilienza, empowerment e speranza. Spero davvero che risuoni con gli ascoltatori, ispirandoli ad affrontare le sfide a testa alta e a trovare la propria forza interiore.

Nicholas Tasin: Vedere la tua immagine su un cartellone di Times Square a New York, che impatto pensi che abbia la tua musica sulla scena internazionale?

LUNA: Vedere la mia immagine su un cartellone a Times Square è stato surreale e incredibilmente gratificante. Dimostra che la musica trascende i confini e risuona con i pubblici di tutto il mondo, aprendo porte a nuove opportunità e connessioni.

Nicholas Tasin: Come descriveresti il tuo stile musicale e come pensi che si differenzi dagli altri partecipanti all’Eurovision?

LUNA: Il mio stile musicale mescola elementi di pop, elettronica e suoni eterei, creando un paesaggio sonoro unico che riflette il mio percorso e le mie influenze. Credo che si distingua per la sua autenticità e profondità emotiva tra i partecipanti all’Eurovision. La verità è sempre la cosa più importante.

Nicholas Tasin: Cosa ti aspetti dall’esperienza dell’Eurovision Song Contest e quali sono i tuoi obiettivi per questa competizione?

LUNA: Dall’Eurovision mi aspetto emozioni, connessioni e esperienze indimenticabili. Il mio obiettivo è condividere la mia musica con il mondo, connettermi con il pubblico a un livello più profondo, ispirare e, si spera, lasciare un’impressione duratura.

Nicholas Tasin: Infine, puoi condividere alcuni dettagli sulle tue prossime avventure musicali o sui futuri progetti che i tuoi fan possono aspettarsi?

LUNA: Per quanto riguarda i prossimi progetti, sono entusiasta di continuare a esplorare nuovi suoni, collaborare con altri artisti e condividere ancora di più il mio viaggio musicale con i fan. Il mio secondo album è quasi pronto. Restate sintonizzati per sorprese e avventure a venire!